Il terminal

A causa del solito sciopero dell'Alitalia, con conseguente cancellazione di un fracco di voli, l'aeroporto di Fiumicino è diventato il set del film di Spielberg "The Terminal". Solo che invece di una persona che che vive nell'aeroporto, il terminal si trasforma, anche per giorni, in un accampamento nomadi. Il mitico photostory dell'ANSA dà un'idea di tutto questo.
A tutti è già capitato di stare incastrato in un aeroporto per un motivo o per l'altro e non è il massimo della vita. Cari ingegneri, secondo me sbagliate tutto. Concepite gli aeroporti come luoghi di transito, ma provate a riprogettarli per quello che sono: luoghi di soggiorno.

0 commenti:

Discolpatore

Ogni riferimento a cose,
persone, animali realmente esistenti
sono non voluti e frutto di fantasia.

Della VOSTRA fantasia.

Infatti anch’io sono frutto della vostra immaginazione e non esisto.

Per cui se vi sentite offesi e/o turbati e/o chiamati in causa e/o indignati da questi testi, dovete prendervela solo con voi stessi.

O al limite con il vostro psicologo, che sta facendo un pessimo lavoro.

Copyright

Creative Commons License
Campi di Fulmicotone by Il Fulmicotonato è sotto una Licenza Creative Commons.