Capodanno agghiacciante














Toh..siamo nel 2010. Siamo già da 7 giorni nel 2010 , ma me ne sono accorto solo oggi quando ho dovuto scrivere una data e al posto di 2009 ho scritto 2010.
Veramente inizialmente ho scritto 2009 al posto di 2010, per abitudine.
Per il resto non è cambiato niente.

In mezzo c'è stato il capodanno, che era una vita che non facevo più alla maniera classica (cenone in un locale + brindisi + lingua di suocera e cappellino) perchè lo trovavo vomitevole. Quest'anno però l'ho rifatto, e mi sono ricordato perchè lo trovavo vomitevole.

Cenone dove devi sborsare cifre immotivatamente alte per una manciata di lipidi e carboidrati mal serviti.

Compagnia di gente mai vista aggregatasi all'ultimo non sapendo dove andare, tra cui tre brutte zitellone acide antipatiche come la morte che probabilmente nessuno ha voluto ad altre feste e che speravano di agganciare qualche giovane single. Ma che, non avendo trovato nessun missionario disponibile al martirio, avranno sicuramente iniziato il 2010 attaccandosi alla canna del gas e lamentandosi col mondo che è tanto crudele con loro che sono tanto delle brave persone.

Anche i tempi della cena erano mal calcolati: a metà del secondo, con l'arrosto ancora tra i denti è partito il conto alla rovescia. Con 5 minuti di anticipo.

Intanto stavano ancora distribuendo lo spumante e io non avevo nemmeno un bicchiere in mano. Infatti dopo il 3..2..1., mentre tutti esclamavano "Buon Anno!", io esclamavo un "Datemi un bicchiere, cazzooo...brutti majali!".Iniziare l'anno urlando "Brutti majali" non è di buon auspicio.

Dopo il brindisi è arrivato il dolce...una fetta di panettone Bauli con una crema misteriosa, che nemmeno i RIS di Parma saprebbero identificare.

Al nostro tavolo ne sono arrivate solo due fette. Le restanti non sono pervenute.

Poi è arrivato il momento della festa: ero già caldo per buttarmi sul tavolo a ballare con un DJ che mette un sacco di musica che pompa, tipo Black Eyed Peas o robe così.
But I've gotta feeling that tonight's gonna be a BAD night. Infatti. c'era una stordita che faceva karaoke.
Il karaoke in corso d'anno riesco a reggerlo al massimo per due minuti. Figuratevi a Capodanno dove tutti quelli che cantano sono ubriachi. La cacofonia ha raggiunto livelli mai visti prima.

I miei timpani sono esplosi più o meno sulla grande hit del momento: "Madonnina dai riccioli d'oro", al che sono uscito di corsa tappandomi le orecchie urlando "Si salvi chi può!"

7 commenti:

Usagi ha detto...

è stato così choccante che sono dovuti trascorrere sette giorni per riuscire a raccontare il tuo capodanno!!!

ghiboz ha detto...

ahahahah
noi avevamo previsto tutto con largo anticipo... ma tu hai voluto fare di testa tua!!!!

cervello ha detto...

Hai rielaborato il lutto di questo capodanno in modo critico. Può solo migliorare =)

EastEndGirl ha detto...

io mi sono ritirata per contrattaccare: solo cena fuori, cinema e poi brindisi a casa con un'amica, ma molto meglio di certe pagliacciate di anni fa...!

Il Fulmicotonato ha detto...

@ Usagi
Credo che ne porterò i segni fino al prossimo capodanno

@ghiboz
Almeno non c'erano i culi!

@cervello
Si,sto rielaborando il lutto per la morte del 2009 con l'aiuto di uno psicologo

@Eastendgirl
La prossima volta invitatemi!

Cuscina ha detto...

Ho sempre odiato queste cagate preferendo stare con pochi amici. Quest'anno poi ho festeggiato il capodanno più bello dei miei 26 anni di vita. Per citare il padre di una mia amica cha commentò il suo anniversario di matrimonio: Mi sono addivattita motto.(Qui ci vorrebbe uno sguardo ammiccante).. Quindi vi consiglio di passare il capodanno a fare sesso tutta la notte e nelle pause ballare un bel tango(anche se non lo sapete fare).

Usagi ha detto...

@ cuscina

deduco che tu abbia fatto sesso tutta la notte e per sgranchirti un poco hai ballato il tango... ;-).
Chissà se anche il fulmicotonato ha rimediato al disastro del cenone, rotolandosi sotto le lenzuola. :-)

Discolpatore

Ogni riferimento a cose,
persone, animali realmente esistenti
sono non voluti e frutto di fantasia.

Della VOSTRA fantasia.

Infatti anch’io sono frutto della vostra immaginazione e non esisto.

Per cui se vi sentite offesi e/o turbati e/o chiamati in causa e/o indignati da questi testi, dovete prendervela solo con voi stessi.

O al limite con il vostro psicologo, che sta facendo un pessimo lavoro.

Copyright

Creative Commons License
Campi di Fulmicotone by Il Fulmicotonato è sotto una Licenza Creative Commons.