Poco invasivo













Pavia: espiantato rene attraverso la vagina. 

E' maschio, pesa 300gr e l'hanno chiamato René.

A parte gli scherzi, è una notizia vera.  L'ha appresa anche Roberto Giacobbo che sta preparando a riguardo un servizio su Voyager: "Il mistero della donna che ha partorito un rene. Sembra che sia avvenuto durante un'eclissi e che all'evento abbiano assistito due Templari, che poi hanno tramandato l'organo per secoli conservandolo nel Sacro Graal"

L'articolo prosegue con la descrizione dell'operazione: l'intervento è stato eseguito nel Policlinico San Matteo di Pavia utilizzando il robot-chirurgo "Da Vinci".

Ho in mente l'immagine di un avveniristico robot a forma di Leonardo da Vinci completo di vestiti del Cinquecento che infila la mano nella vagina ed estrae un rene in uno scroscio di applausi dei presenti. Ma forse non è andata proprio così.

Si dice che un'operazione come questa sia meno invasiva. Meno invasiva di un gruppo di incursori delle Teste di Cuoio.

Secondo me sono i medici che con la scusa dell'operazione "poco invasiva" giocano all'Allegro Chirurgo facendo interventi assurdi.
"Scommetto che ti estraggo un rene dalla vagina"
"E io scommetto che ti estraggo un'ovaia dalla narice!"
Non si hanno più notizie di quel paziente su cui avevano scommesso che gli avrebbero estratto un polmone dal culo.

Passare da aperture naturali del corpo è poco invasivo - dicono -  e meno traumatico per il paziente. Infatti i parti naturali sono molto meno invasivi che un cesareo. 

Come si può facilmente intuire dai delicati gemiti di piacere tipici delle partorienti.

6 commenti:

Usagi ha detto...

Uff... non prendere in giro il mio Giacobbo.

PuroNanoVergine ha detto...

O i testicoli dalle orecchie (sempre che siano fra loro distinguibili... dipende dalla testa del paziente ;-))

La Bla ha detto...

io son dell'idea che sti passaggi naturali sono comunque invasivi, altrimenti, come direbbe mia cugina, "se non ci fosse anche li da tagliare qualche tubo, vorrebbe dire che tutte le volte che ci alziamo ne perdiamo un pezzo"
...e sfido chiunque a non provare imbarazzo alzandosi e lasciando il fegato sulla sedia! ;-P

Lipesquisquit ha detto...

E' una vecchia tattica, anche gli egiziani estraevano il cervello dal naso, per mummificare i faraoni.

frank ha detto...

e chissà da dove sono passati per reimpiantarlo

Usagi ha detto...

uuuhhhhh che dolore!

Discolpatore

Ogni riferimento a cose,
persone, animali realmente esistenti
sono non voluti e frutto di fantasia.

Della VOSTRA fantasia.

Infatti anch’io sono frutto della vostra immaginazione e non esisto.

Per cui se vi sentite offesi e/o turbati e/o chiamati in causa e/o indignati da questi testi, dovete prendervela solo con voi stessi.

O al limite con il vostro psicologo, che sta facendo un pessimo lavoro.

Copyright

Creative Commons License
Campi di Fulmicotone by Il Fulmicotonato è sotto una Licenza Creative Commons.