Un giorno












E' un giorno in cui ti ritrovi a discutere con quelli di un ufficio che ti vogliono fare pagare 400 euro di multa perchè un tizio di un altro ufficio ha scritto il codice CP al posto del codice CF

Un giorno in cui impieghi ore per spedire una pratica telematica ma poi ti chiamano per dirti che è sbagliata e la devi rifare e rispedire perchè manca n.1 allegato. E che poi "Oh,mi scusi tanto l'allegato c'era ma non l'avevo visto"

Un giorno in cui devi pagare una multa perchè l'autovelox ha decretato che hai messo in pericolo la tua vita e quella degli altri automobilisti perchè superavi di ben 2 km/k il limite dei 70 all'ora

Un giorno in cui sei finito incastrato nella macchina burocratica del Modulo D, del Modello 69, del mancano i metri quadri nel Quadro S, del "Non le possiamo restituire i suoi 10 euro: deve inoltrare una richiesta di rimborso a Roma", delle password per accedere a siti per spedire documenti firmati con appositi software che usano altre password scaricate da altri siti a cui bisogna accedere con "token" e telefonando a numeri telefonici a cui nessuno risponderà ma che ti manderanno un sms con scritto il codice d'accesso ma nel frattempo ti sei dimenticato perchè volevi accedere

In un giorno così vorrei imbracciare un fucile a pompa. Vorrei irrompere in un ufficio a caso della pubblica amministrazione e, in un revival di sano Luddismo, fare esplodere server e computer, poi distruggere i moduli, triturare i modelli, aggredire a morsi i burocrati, dare fuoco a Calderoli in piazza, riprendermi anche 'sti cazzo di 10 euro (che tanto erano comunque dovuti) e tornarmene finalmente tranquillo a casa per bermi una Coca fresca guardando Matricole e Meteore.

Ecco, in un giorno come questo, scopro di non essere l'unico. Entro in posta e c'è il tizio allo sportello vicino che stà litigando con la cassiera e si lamenta per l'inefficienza delle Poste. Ed è vestito esattamente come Michael Douglas in "Un giorno di ordinaria follia". Stessa camicia bianca a maniche corte. Stessi pantaloni. Stesso taglio di capelli. Indossa anche gli stessi occhiali da vista con la montatura nera. 

A un certo punto esce.
Esce e sale in auto.
Lo so: va a casa a prendere la mazza da baseball.

Poi torna.

Discolpatore

Ogni riferimento a cose,
persone, animali realmente esistenti
sono non voluti e frutto di fantasia.

Della VOSTRA fantasia.

Infatti anch’io sono frutto della vostra immaginazione e non esisto.

Per cui se vi sentite offesi e/o turbati e/o chiamati in causa e/o indignati da questi testi, dovete prendervela solo con voi stessi.

O al limite con il vostro psicologo, che sta facendo un pessimo lavoro.

Copyright

Creative Commons License
Campi di Fulmicotone by Il Fulmicotonato è sotto una Licenza Creative Commons.