Mostri



Oggi stavo andando a lavorare, quando mi è capitata una cosa inaspettata. Passeggiavo fischiettando lungo la strada, quando improvvisamente da un tombino è sbucato un mostro e mi ha afferrato per i piedi. E' uscito e con le sue zampacce mi ha bloccato le caviglie; non mi lasciava più andare.
Non so se vi è mai capitato che un mosto vi blocchi per strada, ma vi assicuro..è una cosa fastidiosa.
La gente mi guardava senza muovere un dito. Iniziava anche a piovere e non sapevo come liberarmi. Non riuscivo a divincolarmi, avevo i piedi di cemento incollati per terra.

Ho pensato e ripensato a come uscire da quella fastidiosa situazione. Alla fine, improvvisamente, mi è venuta l'illuminazione: i mostri non esistono!
Allora mi sono concentrato un attimo, ho guardato il mostro negli occhi e gli ho detto:"tu non esisti"..e così si è dissolto e mi sono ritrovato libero.

A volte veniamo assaliti da mostri bloccanti, che ti inchiodano da qualche parte o che condizionano le nostre scelte. Possono essere paure, echi di ricordi, angosce, fissazioni...
Oggi per strada ho capito che l'unico modo di farli scomparire è affrontarli, guardarli in faccia e vederli per quello che sono: soltanto esseri inconsistenti frutto della nostra psiche.

0 commenti:

Discolpatore

Ogni riferimento a cose,
persone, animali realmente esistenti
sono non voluti e frutto di fantasia.

Della VOSTRA fantasia.

Infatti anch’io sono frutto della vostra immaginazione e non esisto.

Per cui se vi sentite offesi e/o turbati e/o chiamati in causa e/o indignati da questi testi, dovete prendervela solo con voi stessi.

O al limite con il vostro psicologo, che sta facendo un pessimo lavoro.

Copyright

Creative Commons License
Campi di Fulmicotone by Il Fulmicotonato è sotto una Licenza Creative Commons.