Occhio alla penna



Come al solito ho perso la penna. Capita spesso di perdere la penna, poi magari la si ritrova anni dopo durante un trasloco nel risvolto interno dell'imbottitura del cuscino del divano. Succede frequentemente di smarrire piccoli oggetti come matite, plettri, temperini,gomme... ma ho messo a punto un metodo scientifico per far cessare queste fastidiose sparizioni. Anche perchè quando cerchi la penna è perchè in quel momento hai una cosa fondamentale da scrivere che se perdi l'attimo poi te la dimentichi per l'eternità. O, peggio, te ne ricordi quando ormai è troppo tardi, come l'appunto "comprare la carta igienica" o "ricordarsi di preparare il cibo al gatto,prima di partire per le ferie" o ancora "ricordarsi di slegare l'amante dalla testiera del letto".

Bene, l'unico modo di stare tranquilli è quello di comprare una quantità industriale di penne e nasconderle ovunque per la casa. A queste si aggiungeranno quelle che perderete normalmente. Arrivati ad un certo momento, si raggiungerà la saturazione e le penne ricominceranno a comparire. A quel punto, quando vi servirà urgentemente una Bic, non resterà che guardare nel posto più improbabile in cui vi verrebbe in mente di mettere una biro, e lei sarà lì ad aspettarvi con probabilità molto maggiore di quante ne abbia di trovarsi sulla vostra scrivania!

0 commenti:

Discolpatore

Ogni riferimento a cose,
persone, animali realmente esistenti
sono non voluti e frutto di fantasia.

Della VOSTRA fantasia.

Infatti anch’io sono frutto della vostra immaginazione e non esisto.

Per cui se vi sentite offesi e/o turbati e/o chiamati in causa e/o indignati da questi testi, dovete prendervela solo con voi stessi.

O al limite con il vostro psicologo, che sta facendo un pessimo lavoro.

Copyright

Creative Commons License
Campi di Fulmicotone by Il Fulmicotonato è sotto una Licenza Creative Commons.